A qualche giorno da San Valentino, parliamo di amore e in particolare dell’app più utilizzata dai single: Tinder. In realtà ce ne sono molte di novità nell’app: dai bitmoji alla condivisione di musica. Partiamo per ordine.

Non ci aveva sorpreso leggere la notizia qualche giorno fa, che l’app di incontri aveva stretto una partnership per San Valentino con Bitrefill per pagare gli abbonamenti in crypto. L’app, che negli ultimi periodi sta crescendo molto, ha ritenuto giusto guardare oltre.

I BITMOJI

Altra news è anche riguardo alle bitmoji. La società Esca ha già sviluppato una piattaforma di chat abbastanza solida all’interno della sua app di appuntamenti, con il supporto per la condivisione di cose come Bitmoji e GIF e la possibilità di “mi piace” ai messaggi toccando un’icona a forma di cuore.

La nuova integrazione viene offerta oggi grazie allo Snap Kit lanciato di recente, che consente alle app di terze parti di sfruttare SnapChat per iscriversi a funzionalità, come la sua Snap Map e Bitmoji, tra le altre cose. In Tinder, gli utenti nelle regioni di test saranno in grado di inviare Bitmoji all’interno delle loro conversazioni in chat.

CONDIVISIONE MUSICA CON SPOTIFY

Ora, la società sta testando una nuova integrazione: la condivisione di musica tramite Spotify. Tinder ha confermato la collaborazione con TechCrunch che sta provando un nuovo modo per connettere gli utenti: consentendo loro di condividere la musica nelle loro chat.

Il test è attualmente in corso su web e iOS nei mercati globali e Spotify è l’unico servizio musicale coinvolto.

La nuova funzionalità è stata prima individuata dal blog MSPoweruser , che ha ipotizzato che l’aggiunta potrebbe essere un esperimento da parte di Tinder, prima del lancio pubblico. E sembra che sia così, a quanto pare.

Secondo gli screenshot pubblicati sul sito, un’icona di musica verde è stata scambiata per l’icona di Bitmoji. Facendo clic su questo, puoi inserire una query in una casella di ricerca e visualizzare i risultati corrispondenti. Non sei in grado di condividere la canzone completa, tuttavia, solo una clip di 30 secondi (un po come funziona per Instagram).

Tinder, come il suo grande rivale Bumble, aveva già offerto l’ integrazione con il servizio di streaming musicale di Spotify dal 2016.

COME FUNZIONA

Entrambe le app infatti consentono agli utenti di connettere i loro account Spotify per mostrare i loro migliori artisti sul loro profilo pubblico. Come ha spiegato Tinder al momento del lancio, la musica può essere un segnale potente in termini di attrazione, e svolge un ruolo importante anche in termini di conoscenza di una nuova connessione.

La società Tinder, preso dall’onda di questa collaborazione, ha anche lanciato il proprio profilo su Spotify, con playlist incentrate su incontri, amore e romanticismo.

L’integrazione di Spotify ha sicuramente ricompensato Tinder in termini di coinvolgimento degli utenti all’interno della sua app.

“Gli utenti adorano connettersi ai gusti condivisi nella musica”, ha spiegato un portavoce di Tinder. “In effetti, gli utenti che aggiornano il loro” Inno” hanno più probabilità di iniziare una conversazione tramite Feed. Con questo in mente, stiamo testando la possibilità di condividere musica mentre chattiamo su Tinder “, hanno aggiunto.

“Anthem” è una funzione che ti consente di scegliere una canzone preferita o una che sia rappresentativa dei tuoi gusti o della tua personalità. Questo è quindi evidenziato in una sezione speciale sul tuo profilo Tinder.

Tinder non ha fornito ulteriori dettagli. Al momento si aspetta che il test si concluda o quando verrà avviata la condivisione di musica in modo più ampio torneremo a parlarne.

Per il momento il consiglio è quello di crearvi una bella playlist che vi rappresenti in modo da trovare nuove persone che almeno sapranno se avete gusti musicali condivisi.

Che la possibilità di condividere musica da Spotify nelle chat di Tinder sia in fase di test non significa che la funzione verrà sicuramente introdotta ufficialmente per tutti gli utenti.

Buona Tinder-Spotify condivisione a tutti.

Lascia un commento