L’ e-commerce continua a crescere in modo esponenziale negli ultimi anni come risultato di incredibili scoperte della tecnologia moderna. Le evoluzioni di dispositivi mobili, social network, piattaforme di e-commerce, ecc. portano vantaggi e sfide ai rivenditori, che devono prepararsi con cura per adattarsi ai cambiamenti e prendere le redini delle competizioni. In questo 2019 appena iniziato, eccovi alcune previsioni sui nuovi trend di vendita online.

La tecnologia cambierà la tendenza del retail

Il vantaggio del AR e del VR

AR è la realtà aumentata e VR è la realtà virtuale. AR e VR hanno già mostrato il loro potenziale nel 2018 con molti marchi famosi come IKEA , Samsung o Amazon . Queste tecnologie aiutano il cliente a visualizzare e provare i prodotti sui propri dispositivi prima di prendere decisioni di acquisto. AR e VR offrono un’esperienza reale ai clienti, in particolare per i venditori online che vendono decori, mobili, vestiti, cosmetici, ecc. Molti marchi stanno investendo per sviluppare AR e VR, ora Amazon e Samsung sono i due principali giganti che stanno guidando lo sviluppo.   

Tecnologia vocale per incrementare le vendite

Hai mai sentito parlare del termine “commercio vocale”? Questo termine si riferisce alle transazioni che si verificano quando i clienti acquistano i prodotti a voce. L’enorme sviluppo della tecnologia vocale consente alle persone di cercare, selezionare e acquistare semplicemente parlando con i propri dispositivi. Questo metodo, è stato utilizzato dal 61% dei clienti di Amazon Echo e Google Home nel 2018. E il 50% degli utenti totali utilizzerà la ricerca vocale entro il 2020.

La consegna moderna

Un’altra previsione di e-commerce per le tendenze retail online del 2019 è la trasformazione dei servizi di consegna. Amazon già inizia a utilizzare i droni per spedire i prodotti in Inghilterra. L’esperienza del cliente nei servizi di consegna sarebbe migliorata notevolmente con la spedizione in 2 ore o la spedizione in giornata. Questa tendenza della velocità della consegna, sarà incoraggerà maggiormente nel 2019 con il supporto delle tecnologie moderne, che garantiscono il buon funzionamento e una gestione dettagliata.

Checkout mobile

Per il 2022 c’è una previsione per l’e-commerce: gli smartphone continueranno a guidare le tendenze al dettaglio. Pertanto, se i rivenditori vogliono aumentare le entrate, l’attività più significativa è l’ottimizzazione dell’esperienza mobile, in particolare la procedura di checkout. Il tasso medio di abbandono del carrello per tutti i dispositivi nel 2018 è di circa il 79% e il 28% dell’abbandono del carrello è dovuto a checkout complicato. Per ottenere una buona esperienza sui dispositivi mobili, il processo di checkout deve essere eseguito all’interno di una pagina, che richiede la funzione di riempimento automatico e non obbliga il cliente a registrarsi se non è realmente necessario.  

Chatbot interattivi

Nel 2019, i moderni chatbots con integrazioni AI aiuteranno a migliorare significativamente il tasso di conversione. Possono parlare al cliente in modo naturale tramite le pre-configurazioni in modo da accelerare la consultazione, la qualifica dei lead e concludere affari, oltre a raccogliere informazioni accurate per prendere le giuste decisioni.

Esperienza personalizzata

La lista dei desideri sono buoni esempi di esperienza personalizzata. Questi tipi di dati riflettono interessi e comportamenti dei clienti per fornire le attività giuste agli interessi dei consumatori. Inoltre il 45% dei clienti preferisce acquistare da negozi che hanno raccomandazioni. Da fare quindi molta attenzione anche a questo aspetto.

Social Shopping

Nelle nuove tendenze di e-commerce, i social network non sono più semplicemente fonti di traffico. Ora i marchi possono vendere i loro prodotti tramite Facebook, Snapchat o Instagram facilmente con funzionalità interessanti per l’e-commerce su queste piattaforme. Avvicinarsi e chiudere le vendite quando i clienti si rilassano sulle loro reti personali sarebbe il modo più amichevole di vendere il prodotto.

Automazione del servizio clienti

Il 42% dei clienti al dettaglio continua a comprare di più dopo aver ricevuto un buon servizio clienti e il 52% dei clienti insoddisfatti del servizio clienti smette di tornare nel negozio. Nel 2019 ci sarà un’enorme pressione sui servizi ai clienti. Ecco perché le tecnologie di AI dovrebbero essere applicate per sostituire l’assistenza clienti manuale. Previsione per l’e-commerce nel 2020 dicono che ci sarà l’85% delle interazioni con i clienti condotte senza essere umano.   

Affidabilità del marchio

I clienti scelgono sempre il marchio di cui possono fidarsi, non solo per la qualità del prodotto, ma anche per l’immagine globale del marchio. I seguenti numeri presenteranno alcuni fatti chiave per le prossime tendenze al dettaglio:

  • Il 33% dei consumatori sceglie di acquistare da aziende che fanno bene all’ambientale e nel sociale
  • Il 75% dei clienti è disposto a condividere i propri dati personali con i marchi di cui si fidano e l’82% di essi non comprerà da marchi che non sono in grado di proteggere la sicurezza dei dati

Strategie chiave per la pubblicità

Esistono due strategie cruciali per fare pubblicità, che sono pubblicità video e influencer. I micro-influencer, che hanno un gran numero di follower sui social network ma non i numeri per essere una celebrità, sono i canali più efficaci. Oltre il 70% dei consumatori viene influenzato da chi ammira.

I nuovi ruoli dei negozi fisici

L’acquisto in negozi fisici porta più sicurezza all’82% dei clienti europei. Inoltre, con il nascere di Omnichannel Retail, i negozi fisici assumeranno ruoli importanti in vetrina di prodotti, spedizioni, promozioni o servizi ai clienti.

Lascia un commento