Hai nella lista dei tuoi buoni propositi per il nuovo anno l’ottimizzazione SEO del tuo sito web? Sei nel posto giusto perché abbiamo deciso di darti qualche consiglio su come aumentare il tuo traffico nel 2019.

Partiamo dall’inizio. SEO significa ottimizzare i tuoi contenuti in modo che si presentino più spesso nei risultati di ricerca. Con così tante modifiche da fare, è facile perdere qualcosa. E quando ti manca qualcosa con la parte SEO, il tuo contenuto potrebbe anche essere invisibile.

E ogni azienda vuole più traffico, lead e vendite , giusto?

I fattori di ranking SEO sono cambiati molto nel corso degli anni. Le tecniche di ottimizzazione dei motori di ricerca che hanno funzionato anche 5 anni fa non sarebbero molto d’aiuto oggi.

Questo è il motivo per cui abbiamo raccolto alcuni consigli in modo che tu possa essere sicuro di utilizzare la migliore strategia per il prossimo anno.

Concentrati sull’esperienza dell’utente

Per Google, RankBrain è il loro terzo fattore di classifica più importante, e che la tendenza non solo è destinata a continuare, ma a diventare ancora più importante nel 2019.

Se non sei chiaro su cosa sia RankBrain, non sei il solo; sembra qualcosa di direttamente dalla fantascienza. Ed è un sistema di machine learning che aiuta Google a decidere dove posizionare le pagine nei risultati di ricerca. Quindi, forse è un po ‘di fantascienza.

Per dirla in modo più semplice, RankBrain osserva come gli utenti interagiscono con i risultati di ricerca e classificano i risultati in base a ciò. Se gli utenti fanno clic su un risultato e rimbalzano immediatamente dal sito, il sito inizierà a perdere classifica. Tuttavia, se gli utenti fanno clic su un risultato e trascorrono del tempo sul sito, il sito inizierà a guadagnare un posizionamento (o si troverà in una posizione più alta).

In questo quindi tutto è basato sull’esperienza utente con il sito.

RankBrain esamina:

  • Tempo di permanenza: per quanto tempo un visitatore rimane sul tuo sito (oltre 3 minuti è un buon tempo di sosta).
  • Percentuale di clic: percentuale di utenti che fanno clic sui risultati della ricerca

Revisiona i tuoi articoli del blog

Cerca gli articoli. migliori e di riscriverli. Puoi trovare questi post in Google Analytics andando su Acquisizione »Search Console» Query e impostando un filtro avanzato per mostrare le frasi in cui la tua posizione media (rango) è maggiore di 10 (a pagina 2).

Ora dare una revisione a quegli articoli. Aggiungi dettagli, esempi, risposte, statistiche, immagini, citazioni del contributore e qualsiasi altra cosa che lo renda un pezzo migliore.

Ecco 3 modi per rendere questa tattica ancora più efficace:

  • Controlla tutte le classifiche della pagina
  • Mentre riscrivi, fai attenzione ai sottoargomenti connessi
  • Imponiti questa cosa come un normale controllo trimestrale del contenuto del tuo sito web.

Il potenziale video

Il marketing video può essere un’enorme fonte di traffico, ma alcuni marketer continuano a ignorarne il potenziale.

Uno dei migliori consigli SEO è la qualità rispetto alla quantità: solo perché hai un gran numero di pagine indicizzate non significa sempre che il tuo sito attrarrà un volume maggiore di traffico organico.

Noi di M-adv nei nostri lavori, incoraggiamo i proprietari di siti web a togliere post superficiali su blog che hanno un basso numero di parole o contenuti non specifici per concentrarsi invece su contenuti significativi che siano davvero coinvolgenti e che inducano ogni visitatore a leggere l’articolo completo. La modifica delle parole è possibile anche nel titolo e nella descrizione del testo ed in questa devi fare particolare attenzione.

Il video online è enorme e sta per diventare più grande. Secondo alcune statistiche, i video online costituiranno l’ 80% di tutto il traffico online entro il 2021. Ecco come si mantiene ottimizzato il contenuto del video:

  • Aggiorna il titolo e la descrizione sui video più vecchi per mantenerli pertinenti.
  • Ottimizza la qualità audio e video del video, oltre a grafica e immagini.
  • Integra i video nel resto del contenuto del tuo sito.

Creare ottimi contenuti

Viviamo nell’epoca della saturazione dei contenuti (ogni giorno vengono pubblicati 3 milioni di post sul blog) e in parte a causa dell’aumento della condivisione della vita privata.

Ci sono 2 modi per mostrare ai motori di ricerca che hai contenuti approfonditi e autorevoli sul tuo sito:

  • Attacca con contenuti di lunghi. Il contenuto più lungo (almeno 2000 parole) tende a superare il contenuto più breve.
  • Utilizza le giuste parole chiave. Scegli bene le parole o frasi che siano correlate all’argomento del tuo post.

Massimizza il coinvolgimento

Dall’aggiornamento dei post esistenti alla creazione di nuovi, le pagine dovrebbero essere costruite per massimizzare il coinvolgimento.

Ecco alcuni ottimi modi per massimizzare il coinvolgimento degli utenti sui tuoi post:

  • Sii facile da leggere. Il contenuto deve utilizzare intestazioni, paragrafi brevi e immagini pertinenti per rendere la pagina più facile da leggere e aumentare il tempo dell’utente nella pagina.
  • Includere collegamenti e offerte altamente pertinenti sulla pagina. Offrire link interni rilevanti che risponderanno alle domande di un lettore. Questo spesso può ridurre significativamente la frequenza di rimbalzo e portare gli utenti alla navigazione interna del tuo sito web.
  • Utilizza le parole chiave e rispondi a ulteriori domande a cui gli utenti potrebbero pensare dopo aver visualizzato il contenuto. Offrire semplicemente solo il contenuto che un utente cerca non è più sufficiente. Le pagine devono fornire ulteriori informazioni che un utente potrebbe cercare. 
  • Includi immagini, infografiche, video e testo. Ciò catturerà l’attenzione dei lettori e li manterrà maggiormente coinvolto nei contenuti.

Indicizzazione mobile-first

In primo luogo, cosa significa “indicizzazione mobile-first”? Molto semplicemente, significa semplicemente che Google ora considera la versione mobile del tuo sito la versione principale.

Se non si dispone di un sito mobile, il sito desktop verrà comunque utilizzato. Ma se il tuo sito non è ottimizzato per i dispositivi mobili, le tue classifiche potrebbero subire un colpo enorme; ricorda che l’esperienza dell’utente è enorme.

Oltre a te mettere in pratica questi consigli SEO, ti consigliamo di iniziare contattandoci per aggiornare il tuo SEO obsoleto e passare poi a questi suggerimenti. 

Lascia un commento